-Email -Email   STAMPA-Stampa 

PRIMI NOI

QUANDO IL BAMBINO NON E’ MESSO AL PROPRIO POSTO

“PRIMA NOI”

“Per fare bambini felici, metti il matrimonio al primo posto”. Sacrosanta verità. In tanti anni non ho mai visto “bambini felici” che siano venuti fuori da una coppia di genitori che prima di tutto non fosse coppia. Cioè amore. Cioè sesso, nel senso che il bambino poteva vedere ogni santo giorno come è fatto un uomo (padre) e come è fatta una donna (madre). E da lì partire con il suo pensiero di come sarebbe diventato lui un uomo o una donna. Abissali buchi nell’acqua li ho visto fare a genitori che hanno messo i figli “al primo posto” e si sono dunque arrogati il “ruolo” di genitori come “ruolo” fondamentale della propria vita. Presto il ruolo è diventato dovere, fatica, impegno improrogabile, senso di colpa, aridità. E tutto questo il bambino lo vede, lo annusa nell’aria di casa ogni santo giorno e… ne trae le conseguenze: cioè si confonde perché non ha ancora la tempra per occupare un posto tanto “irrinunciabile”, il primo posto.

Perché “i bambini ci guardano”.

Ho visto bambini che sono diventati buoni uomini e donne sapendo stare al loro posto, cioè secondi. Dietro la regola d’amore che vedevano in un uomo e una donna che poi erano i loro genitori.

Leggo nel “Corriere” di sabato 13 febbraio un bell’articolo di Federica Cavadini titolato appunto “L’amore di coppia prima dei figli”. Il discorso in sostanza è il pensiero che ho citato sopra. Con buoni riferimenti come il libro di Marcello Bernardi “Gli imperfetti genitori” (Rizzoli) dove la famiglia “bambinocentrica” è giustamente messa in ginocchio. Oppure La commedia che sarà nelle sale a fine febbraio di Giovanni Veronesi “Genitori e figli: agitare bene prima dell’uso”, con un cast di attori dove, di quelli buoni ora in circolazione in Italia, non ne manca nemmeno uno. Chiudo su un breve ma lapidario pensiero della scrittrice americana Aylet Waldman comparso nel “New York Times” nel 2005: “Amo mio marito più di quanto ami i miei figli”.

Continuerò su questo tema che mi pare tema fondamentale per la salute e la salvezza di tutti: genitori e figli.

Guido Savio

-Email -Email   STAMPA-Stampa